depressione stagionale e cibo

Se l’inverno ha colpito il buon umore, sono tanti i consigli per curare la <<Sad>>, il <<Disturbo affettivo stagionale>>: dall’aromaterapia alla terapia dei colori, passando per la ginnastica, una serie di studi offre diverse possibili ricette. << Molte forme di depressione del tono dell’umore – spiega Ferdinando Pellegrino, psichiatra – sono legate a un sovraccarico di impegni o a pretese irrealistiche,

operatore stressato

Esiste una stretta correlazione tra stress lavorativo e compromissione dell'efficacia personale/relazionale.
L'operatore stressato
• rende di meno
• può commettere errori
• è più esposto ad infortuni
• è più conflittuale (minore qualità di vita)

medico di medicina generale, stress e resilienza

Oggi il medico vive con maggiore tensione l’attività professionale, sia per gli aspetti burocratici e organizzativi del Ssn, sia per la complessità relativa alla gestione dei processi assistenziali gravati anche dall’accentuarsi di comportamenti difensivi legati alla responsabilità professionale. “Tali aspetti - sottolinea Ferdinando Pellegrino, Psichiatra di Salerno - implementando la tensione psicologica

l'anziano vince l'ansia al pc

Fino a un anziano su 4 soffre di una qualche forma d'ansia, la realtà virtuale al pc potrebbe aiutare queste persone a vincere il proprio disturbo comodamente da casa e senza farmaci.
Resa nota sulla rivista International Psychogeriatrics, è la proposta di Sébastien Grenier, Università di Montréal, che ha avviato uno studio pilota sulla terapia virtuale su anziani con ansia legata alla propria salute.

il coesserci in amore

Abbandonare la pretesa del possesso, saper convivere con il rischio della perdita significa accettare la fragilità e la precarietà dell’amore. Significa rinunciare all’illusione di una garanzia di indissolubilità del legame amoroso, prendendo atto che i rapporti umani, con i limiti e le imperfezioni che li contraddistinguono, non possono prescindere dall’opacità, dalle zone d’ombra, dall’incertezza.

fragilità maschile

Siamo a Napoli nell’imponente fortezza del Maschio Angioino per parlare della fragilità del maschio italiano.
Una scelta di contrasto la nostra, che chiediamo a Ferdinando Pellegrino, psichiatra e psicoterapeuta, di giustificare con gli argomenti e la sensibilità che gli sono propri.
La metafora certamente efficace:

scarica percorso

Comunicare con se stessi per comunicare con gli altri
L’intelligenza fallisce quando è incapace di ADATTARSI alla realtà, di capire ciò che succede, di trovare una soluzione a un problema affettivo/sociale/politico.
Chi non sa comunicare cade sistematicamente in errore / / insegue obiettivi folli, si ostina, non coglie le opportunità.

rischio psicosociale

Piano Sanitario Nazionale: Tutela giuridica della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.
D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 (D.Lgs 106/2009). Art. 2, comma 1, lettera o:<<SALUTE>>: stato di completo benessere fisico, mentale e sociale, non consistente solo in un’assenza di malattia o infermità.
ART. 32 COSTITUZIONE ITALIANA: Il bene della salute costituisce oggetto di autonomo diritto primario assoluto.

il benessere tra il dire e il fare

Presso il  Centro Studi Psicosoma si è tenuto un incontro formativo di introduzione al Fitness Cognitivo Emotivo: Essere o non essere leader.
Il Dott. Ferdinando Pellegrino, Psichiatra e Psicoterapeuta - direttore del Centro ed autore di numerosissimi lavori scientifici su leadership, autostima, stress-lavoro correlato - ha spiegato alla nutrita platea i tratti significativi del fitness cognitivo emotivo

scacco allo stress

Arrigo Sacchi non sa affrontarlo. Con lui, almeno altri 12 milioni di italiani. Lo psichiatra: <<In giusta dose fa bene, ma ognuno ha il suo limite>>.
Era già successo nel 1998 quando allenava il Parma. Poi nel 2001, sulla panchina dell’Atletico Madrid. Nel frattempo però la battaglia di Arrigo Sacchi sembrava vinta.

faacebook è come un virus

Compie 10 anni a Febbraio, ha infettato più di un miliardo di utenti, ma il contagio ha superato il suo picco: entro il 2017, il social network inventato da Zuckerberg perderà l’80% degli iscritti. Lo dicono i ricercatori dell’Università di Princeton, che hanno studiato il fenomeno utilizzando modelli per l’analisi delle malattie. Ma è proprio vero che Facebook ci può fare ammalare?
E’ uno strumento di esclusione e può creare conflitti di coppia