IDEAZIONE SUICIDARIA

La crisi economica iniziata nel 2008 ha inciso sui tassi di suicidio in Europa e Stati Uniti: piu' a rischio sono risultati i maschi e i cittadini di paesi con piu' aumento dei tassi di disoccupazione. Lo certifica il primo studio globale e completo sull'argomento, pubblicato sul British Medical Journal e condotto presso gli atenei di Hong Kong, Oxford e Bristol, usando i dati piu' aggiornati a disposizione relativi a 54 paesi.

ideazione suicidariaGli esperti hanno esaminato i tassi di suicidio a partire dal 2000. Dopo USA e Canada nel 2008, tutti i paesi europei hanno visto aumentare i tassi di disoccupazione tra 2009 e 2010. In coincidenza di cio', nel 2009, il tasso complessivo di suicidio tra i maschi e' salito del 3,3% rispetto agli anni precedenti, complessivamente con 5000 maschi suicidi in piu' nei paesi considerati rispetto a quanto atteso sulla base dei trend degli anni precedenti. In Europa l'aumento e' stato del 4,2%, riguardando soprattutto i maschi di 15-24 anni. Non si e'invece registrato un aumento dei tassi di suicidio tra le europee.
Nei nuovi paesi EU l'aumento tra i maschi e' stato del 13,3%.
"Il problema è reale e di grandi dimensioni - commenta lo psichiatra Ferdinando Pellegrino, autore del libro 'IL SUICIDIO. Clinica e responsabilita' professionale' -. La pressione della societa' (e dell'ambiente di lavoro) sull'individuo puo' essere molto forte tanto da indurlo al suicidio. In genere sono predisposte le persone piu' fragili, che sentono di aver perso il controllo della realta' e di essere impotenti rispetto ai problemi lavorativi".
"La crisi puo' incidere sull'economia psichica di un individuo e destrutturarlo. Puo' frammentare l'Io ed aumentare il senso di impotenza e la perdita di speranza nei confronti del futuro. Cio' puo' favorire l'ideazione suicidaria''.
"Tuttavia il suicidio non ha mai una causa sola: fattori individuali, familiari, sociali, biologici concorrono all'acting out suicidario", conclude.

 

Paola Mariano  -ANSA, ROMA, 17/09/2013
Ferdinando Pellegrino - Psichiatra, Psicoterapeuta

 

Per approfondire:
Pellegrino F., IL SUICIDIO. Clinica e responsabilità professionale. Mediserve, Napoli, 2013