infermiera

 Un'infermiera è accusata di aver ucciso 13 pazienti nel reparto di anestesia e rianimazione dell'ospedale di Piombino, dove lavorava da almeno 20 anni.
Effetto notte - Radio 24 - ne parla con Ferdinando Pellegrino, psichiatra e psicoterapeuta.
E' un caso di stress lavorativo?Quanto è necessaria un'attenta valutazione periodica delle condizioni psicofisiche

stress e risorse

Lo stress non è una condizione nociva all’organismo.
Siamo fatti per resistere, non  per soccombere.
E’ importante imparare ad interagire con l’ambiente in modo positivo e concreto.
Il cervello è costituito da moduli superspecializzati in specifiche funzioni, l’interconnessione tra i quali consente lo sviluppo delle abilità della mente, nei suoi aspetti razionali ed  emotivi.

eiaculazione precoce

Paura dell'impotenza: quanto resisto?
L'uomo, detentore di potenza, iniziatore della donna all’erotismo, si trova a combattere contro la paura ancestrale della castrazione.
La compromissione della funzionalità sessuale compromette
l’identità personale ed il ruolo sociale dell’uomo.
La paura ancestrale di castrazione

rottura dei legami affettivi

Nelle relazioni umane, strutturate in famiglie o amici o team lavorativi, esiste un livello di “sopportazione”, superato il quale subentra la crisi, con la rottura dei legami: anni di condivisione, esperienze vissute, difficoltà superate, gioie da raccontare… tutto svanisce e si ricomincia, oppure tutto svanisce e rimane l’illusione e la sofferenza. In realtà buona parte della sofferenza psichica è legata ai legami affettivi.

calo del desiderio sessuale

Il calo del desiderio sessuale si caratterizza dalla mancanza, o significativa riduzione, di desiderio/eccitazione sessuale, con riduzione o assenza di interesse per l’attività sessuale, di pensieri o fantasie sessuali, di iniziative – proprie e del partner - nel rapporto sessuale, di eccitazione o piacere durante l’attività sessuale, di risposta agli stimoli sessuali, di sensazioni genitali e non genitali durante il rapporto sessuale.

rischio salute per operatori salute mentale

Il rischio per la salute per gli operatori della salute mentale è quanto mai concreto, sia in termini di perdita del benessere fisico o psichico che  in termini di opportunità o crescita professionale.
Una condizione di distress lavorativo o di scarsa attenzione nell’utilizzo appropriato delle risorse umane favorisce l’insorgenza di patologia psichiche, come l’ansia e la depressione e può essere alla base di stili di vita disfunzionali favorenti l’insorgenza di patologie organiche, come la sindrome metabolica o l’ischemia cardiaca. Più in generale l’individuo stressato si ammala di più,

porto d'armi

Recentemente è scattato l’obbligo di certificazione medica di idoneità psicofisica anche alla detenzione di armi. Un  ruolo di primo piano viene posto in capo al Mmg, che deve rilasciare un certificato anamnestico, in cui devono essere indicate eventuali patologie che potrebbero influire sull’uso corretto delle armi. Il documento verrà poi presentato al medico della Asl preposto a rilasciare il certificato di idoneità.

depressione diagnosi

Il 10-15% degli adulti va incontro ad un episodio depressivo, i tassi di depressione sono crescenti, l’età di esordio è in calo ed aumenta il rischio di ricadute consecutive ad ogni episodio.
Ciò equivale a dire che la depressione rappresenta una vera emergenza che comporta una notevole riduzione della qualità della vita.
La depressione tuttavia non sempre viene riconosciuta

essere o non essere leader

Voglia di cambiare
Alla base del cambiamento:
a. disagio: sentirsi stretti, non a proprio agio,  amareggiati    
b. insoddisfazione, delusione   
c. voglia di crescere, desiderio di rinnovamento
... verso l’autoconsapevolezza
a. conoscere l’inconscio

anziani e antipsicotici

Molti antipsicotici prescritti ad anziani e più cresce l'età, maggiore è il numero di queste prescrizioni; per di più in oltre tre casi su quattro la prescrizione non fa seguito a una diagnosi di disturbo mentale, e anche quando questo è il caso, si tratta nella metà dei casi di una demenza. E' quanto rilevato da un'indagine condotta da Mark Olfson della Columbia University i cui risultati sono apparsi sul Journal of Clinical Psychiatry.

uso e abuso delle benzodiazepine

Occorre riflettere sull’appropriatezza delle prescrizioni delle benzodiazepine in pratica clinica, consapevoli che un uso non monitorato non può essere considerato in linea con le evidenze
scientifiche. Inoltre, considerato il loro ambito di utilizzo è consigliabile una valutazione psicologica del paziente per attivare e potenziare le difese psichiche.