stress lavorativo, burnout e risorse umane ebook

 

STRESS LAVORATIVO, BURN-OUT E RISORSE UMANE


Ferdinando Pellegrino
eBook - C.G. Edizioni Medico Scientifiche


acquista eBook

 

 

 

 

Il tema dello stress lavorativo è sempre più attuale in quanto spesso è fonte di disagio e sofferenza. È cambiata la cultura del mondo del lavoro, la sua organizzazione, la pianificazione e il rapporto dell’individuo con il lavoro; oggi vi sono esigenze e motivazioni diverse rispetto al passato, sono richieste nuove competenze e strategie di adattamento diversificate in rapporto alla tipologia del lavoro e al suo contesto organizzativo e temporale.
Si è passati da organizzazioni stabili e protettive ad organizzazioni complesse ma labili, instabili, incentrate su valori spesso artificiosi che seguono mode manageriali con obiettivi che spesso risultano incongrui, determinando condizioni di sfiducia e demotivazione.
Tutto ciò alimenta ulteriormente le incertezze, determina instabilità e crea i presupposti per la strutturazione di strategie aziendali destabilizzanti, fonte di disagio e sofferenza sia per l’organizzazione – pubblica o privata – che per l’individuo. Ne risultano forti incongruenze e incomprensioni con la conseguenza che i risultati immaginati o previsti spesso non arrivano o sono deludenti.
In tale contesto nasce l’interesse per gli aspetti disfunzionali o costrittivi dell’organizzazione, ora considerati fattori di rischio indipendenti – il rischio psicosociale – in quanto è dall’interazione dell’individuo con l’organizzazione che emergono forme di sofferenza che minacciano sempre di più l’integrità psicofisica dell’individuo.
Oggetto dello studio sono dunque: le caratteristiche ambientali e psicosociali del luogo di lavoro e le sindromi che hanno origine dall’interazione tra il lavoratore e il suo ambiente di lavoro; vengono presi in considerazione gli aspetti clinici del problema, le dinamiche organizzative dell’azienda e le strategie preventive del disagio lavorativo.

 

 

voglia di cambiare

Voglia di cambiare
- cosa chiedersi per stimolare il cambiamento
- risorse disponibili
- imparare a pensare
- riorganizzare le risorse
- obiettivo crescita
- autostima e autoefficacia
- essere pratici
strategie di addestramento - il fintess cognitivo-emotivo -

essere o non essere leaderDefinire il ruolo dell’individuo in un mondo che cambia, nel tentativo di fornirgli gli strumenti psicologici che lo aiutino a realizzare i progetti intrapresi, a farne altri, e a rafforzare sempre meglio la propria capacità di autonomia e funzionalità. Ciò attraverso l’apprendimento di specifiche strategie di addestramento – il fitness cognitivo-emotivo – che comportino un complessivo miglioramento dello stile di vita.


personalità e autoefficaciaEsiste un modo per accrescere il proprio talento, per essere leader di se stesso.
La psicologia del positivo si pone come paradigma fondamentale per lo sviluppo di stili di vita vincenti, attraverso percorsi formativi innovativi. Il cambiamento di prospettiva è determinante e radicale; oggi si parte dal presupposto che la mente umana, nei suoi aspetti cognitivi ed emotivi, possiede le enrgie sufficienti per creare le condizioni che favoriscono la crescita di personalità mature ed efficcaci, con confini ben strutturati ed un IO consapevole e forte.

imparare a pensare

Imparare a pensare

DO
Dove Andare?
CO Cosa trovare?
PO Quali possibilità?
SO Selezionare e Sviluppare "la possibilità"
GO Agire

... Il processo che rende le persone più soddisfatte e sicure, più libere!

Come risolvere i problemi e imparare a progettare